DME elettrica-bike.it

Incentivi statali per l’acquisto della bici elettrica

Se vuoi comprare una bici elettrica, oggi puoi contare sugli incentivi statali. Si tratta di una misura che, si spera, sia seguita a macchia d’olio da tutti i comuni italiani, per dare slancio ad una mobilità sostenibile, rispettosa dell’ambiente e della salute delle persone.

In cosa consistono gli incentivi statali per le biciclette elettriche

Gli incentivi statali sono fondi erogati da diversi comuni italiani per incoraggiare l’acquisto delle biciclette elettriche. Generalmente gli incentivi sono erogati ai residenti e per l’uso non sportivo delle bici, soprattutto per la mobilità da casa al posto di lavoro. Prevedono lo stanziamento di  una somma che varia da un minimo di 100 euro ad un massimo di 500 euro (comune di Ozzano dell’Emilia –BO) arrivando fino al 30% del costo della bicicletta. In alcune città, come Trento, ad esempio, si offrono contributi anche alle aziende che producono le biciclette elettriche e incentivi anche per l’istallazione delle colonnine atte alla ricarica dei mezzi.

Perché i comuni erogano gli incentivi per le bici elettriche?

Incentivi e bonus stanziati per l’acquisto delle biciclette a pedalata assistita, sono erogati per dare un contributo concreto alla lotta contro l’inquinamento ambientale, dal momento che le biciclette elettriche non scaricano alcun gas dannoso nell’ambiente. Inoltre, se l’ambiente è inquinato, anche la salute umana ne risente, con contraccolpi più o meno gravi (problemi respiratori, tumori, ecc.), come evidenziato dalla corposa letteratura scientifica in proposito.

Basta pensare che le sostanze inquinanti emesse dai veicoli a motore, in base a quanto rilevato dall’Environmental Protection Agency (L’Agenzia per la protezione dell’ambiente), sono per circa il 75% monossido di carbonio che nelle aree urbane può arrivare fino al 90%.  Si tratta di sostanze altamente pericolose per la salute umana e ambientale.

Silenziose, non inquinanti, ecologiche e benefiche per chi le utilizza, dal momento che spingono le persone a muoversi senza stancarsi troppo, le e-bike costituiscono un’ottima alternativa all’auto, allo scooter e alla bicicletta muscolare, soprattutto per chi deve  compiere ogni giorno diversi tragitti in città.

Quali sono i comuni che offrono gli incentivi per l’acquisto delle bici elettriche?

Al momento, i comuni che offrono questo tipo di incentivi sono Bari, nell’ambio del progetto M.U.V.T. – Mobilità Urbana Vivibile e Tecnologica, per un massimo di 250 euro. Qui è possibile presentare la domanda per ottenere l’incentivo. Anche Bologna offre incentivi ad hoc, atti a promuovere il “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”; qui si può presentare la domanda.

Incentivi per l’acquisto delle biciclette elettriche sono offerti, inoltre, a Bussolengo, Carpi, Cesena e Cesenatico, Collegno, Fiorano modenese, Lecco, Modena, Montemurlo (PO), Ozzano dell’Emilia (BO), San Lazzaro di Savena (BO), Sant’Agata sul Salterno (RA), Scandicci (FI), Schio (VI), Verbania, Trento e la Regione Friuli Venezia Giulia. Per capire come ottenerli è possibile recarsi presso le sedi comunali oppure visitare gli appositi siti web per visionare i progetti e presentare la domanda per gli incentivi.

Categorie

Articoli recenti